IEC 61000-4-39

IEC 61000-4-39

IEC 61000-4-39 è una normativa base della serie IEC 61000, nata con il fine di integrare la prove di immunità irradiata in campo lontano con prove in campo vicino, al fine di simulare l’ambiente elettromagnetico che ci circonda e che, negli ultimi anni, è cambiato in maniera considerevole.

In ogni dove, infatti, a seguito dello sviluppo tecnologico e delle economie di massa raggiunte, ci troviamo circondati da servizi wireless come DECT, utenza cellulare, UTMS, WiFi, WiMax, Bluetooth, ma anche RFID, sorveglianza elettronica (EAS), caricabatterie induttivi e strumenti per comunicazione di campo vicino (NFC)… e con modulazioni diverse a seconda del tipo di comunicazione e di frequenza!

Facciamo un esempio: in molti paesi, di recente, si cerca di mandare a casa i pazienti cronici e a fornire strumentazione di controllo che normalmente starebbe in ambiente ospedaliero. Supponiamo ora che un visitatore appoggi il proprio cellulare su questa strumentazione: quali campi possono disturbarne il funzionamento?

La norma di base prevede quattro range di frequenze, definiti a partire dal tipo di comunicazioni che ci circondano attualmente:

  • da 9 kHz a 150 kHz – loop antenna con finestre 100 x 100 mm e distanza di 50 mm dal DUT
  • da 150 kHz a 26 MHz – loop antenna con finestre 80 x 80 mm e distanza di 50 mm dal DUT
  • da 26 MHz a 380 MHz – range sotto studio, senza specifiche
  • da 380 MHz a 6 GHz – tem horn antenna con finestre 300 x 300 mm e distanza di 100 mm dal DUT

Le frequenze puntuali  da provare devono essere definite dagli standard di prodotto, anche se la normativa fornisce già un primo step di valutazione e campi che arrivano a 30 A/m nel primo range, 3 A/m nel secondo range e 300 V/m con la tem horn antenna. I duty cicle del generatore sono definiti per ogni tipo di range.

Caratteristiche

  • Range da 9 kHz a 150 MHz
  • Range da 150 kHz a 26 MHz
  • Range da 380 MHz a 6 GHz
    • Tem Horn per la generazione del campo
    • Sonda di campo vicino