Sensori per aree estreme e misure in alta tensione

Sensori per aree estreme e misure in alta tensione

I sensori ci rendono la vita più semplice e sicura e sono la base dei cyber physical systems, connettendo le persone e la tecnologia all’ambiente circostante. Nella quarta rivoluzione industriale, lo sviluppo dei sensori è divenuto sempre più fondamentale e quindi anche la loro presenza di ambienti estremi, caratterizzati da interferenze estreme e condizioni operative ai limiti quali interferenze elettromagnetiche in alta frequenza, campi magnetici, alte tensioni, fulmini e rischi di esplosione.

Inoltre, l’espansione delle “smart grids” implica la necessità di punti di connessione intelligenti con la rete ad alta tensione. Il controllo dell’intero sistema diventerà quindi sempre più sofisticato e necessiterà di sensori che forniscano informazioni su trasformatori, inverter, commutatori ed altri componenti su tensioni superiori a 4kV.

Gli impianti di energia rinnovabile a 20kV necessitano di controllo su vari punti di controllo verso la smart grid e l’utilizzo di transistori può essere molto oneroso sopra 4kV. Questi problemi si presentano anche nell’ambito della e-mobility e del settore ferroviario.

Il sistema proposto da Lumiloop permette un controllo puntuale che permette di economizzare sui costi e sorpassare le limitazioni che l’ambiente estremo presenta.