Feature note – Quick Start – Modifica dei parametri dell’impulso durante la prova

Feature note - Quick Start - Modifica dei parametri dell'impulso durante la prova

Tutti gli strumenti di EM Test nascono per il progettista EMC e infatti, da sempre, ogni strumento presenta, laddove coerente con le prove, la possibilità di una modalità Quick Start con cui il progettista può variare i parametri durante la prova stessa.

Come funziona la modalità Quick Start

Per semplicità, le immagini fanno riferimento a Compact NX5 ma la caratteristica della modalità Quick Start è comune a tutti gli strumenti EM Test che si possano comandare, oltre che da software, anche da fronte pannello.

Spesso il tecnico EMC si trova a verificare un prototipo e scopre che il provino non passa le prove di immunità. Supponiamo che occorra scoprire quindi a quale tensione si rileva un difetto visibile con un burst di modo comune a 2kV: il tecnico potrà quindi selezionare l’impulso in modalità Quick Start e porsi, ad esempio, nella configurazione di prova a 1kV. Una volta lanciato l’impulso, il tecnico potrà selezionare il parametro da variare, nel nostro caso la tensione, ed aumentarla a passo grazie alla manopola sul fronte.

La manopola sul fronte è una manopola rotativa a passo e quindi, stabilito il passo, il tecnico EMC può conoscere la tensione senza guardare la manopola o il display ma tenendo gli occhi sul provino, ciò che più è importante!, e quindi fermarsi al verificarsi del difetto e potere fornire l’informazione al progettista. Una volta definita la tensione di guasto, il tecnico EMC potrà anche, ad esempio, variare la frequenza o la durata del burst alla tensione di guasto per fornire ancora maggiori a chi dovrà definire la ragione del difetto e risolvere il problema.